home
       

Torre panoramica
Palazzo Madama

[Torino - 16/02/2017]






 
 
Le splendide Alpi Graie dal centro di Torino - clicca sulle foto e avrai i nomi.

 
 
Piazza Castello, il cuore di Torino con al centro un palazzo bimillenario:
Palazzo Madama
In origine romana nasce come "Porta Decumana" del tutto simile alla Porta Palatina.
Due torri poligonali alte circa 30 metri verso Via Garibaldi, a ponente, fiancheggiarono un edificio resistente nel tempo. Nel 1200, a levante, venne costruita una Casaforte.
Sotto i Savoia venne poi aperta una porta verso Sud e la costruzione prese il nome di:    Castello di Porta Fibellona
Sotto gli Acaja divenne ancora più imponente, ma solo nel 1400 sorsero le due grandi torri simili a quelle romane e vennero eseguiti anche affreschi nel'interno.
Nel 1500 venne anche costruita una galleria per collegarlo al Palazzo Ducale antecedente all'odierno Palazzo Reale.
Maria Cristina di Francia, detta Madama Reale in quanto vedova di Vittorio Amedeo I, lo abitò per tutta la vita e per questo il Palazzo fu chiamato: Palazzo Madama.
Nel 1718 Filippo Juvarra ne iniziò la trasformazione.
Ieri e oggi
Il Palazzo è strutturato in periodi:
piano interrato dedicato al Medioevo comprende anche il giardino
piano terra dedicato al Gotico e al Rinascimento
primo piano dedicato al Barocco
secondo piano dedicato alle Arti Decorative

Gli splendidi interni iniziano dallo scalone, una visione di grazia, solennità, raffinatezza ornamentale e armonia. Purtroppo ora non è più permesso percorrerlo per cui ci dobbiamo accontentare della foto del volantino.
La torre panoramica ottagonale si trova a Nord-Est. La scala elicoidale ha al centro l'ascensore che porta direttamente in cima. Le otto aperture sono munite di due pannelli con foto della visuale in rilievo con i relativi nomi anche in Braille, inoltre anche la mappa della città cui si riferisce la visuale.
Magnifico il sottotetto.

Al secondo piano si trova la Sala del Senato ricavata nel 1638-45 coprendo l'area dell'antica corte medioevale del castello Acaia. Sul cornicione si trovano le personificazioni delle Province sabaude risalenti al 1713-14, poi nel 1836-38 gli stucchi furono sostituiti dalle scene dipinte illustranti episodi della storia sabauda.

Nel 1848 si tenne in questo ambiente la seduta inaugurale del Senato del Regno dove venne dichiarato l'impegno dei Savoia nel processo di unificazione dell'Italia.
Qualche particolare dalla torre
Superga
La Mole