home
 
 

Monte Saccarello 2222m

[Francia - confine]


Suddivisione Orografica Internazionale (SOIUSA)

I/A       1.II       A 1.a
Alpi Sud-occidentali - A. Liguri del Marguareis
catena e nodo M. Saccarello




    44 03' 42" N
      7 42' 42" E


      Foto e testo di Ivonne Favro
    23/06/2009




 





dislivello 209m; cumulato 220m in 6,6Km totali


Gita al Monte Saccarello


 

La cima si trova in territorio francese ma il monte proprio sul confine e fa parte anche del Piemonte e della Liguria.

Noi l'abbiamo raggiunto partendo dalla Liguria e precisamente da Triora, il paese delle streghe.

Una strada sterrata, percorribile in 4x4, dirige a Nord sul Monte Pellegrino. Arrivati contro la parete delle montagne giriamo a Sx passando sotto alla Rocca Rossa. Queste rocce hanno la stessa origine di quelle della Valle Roja, sono sedimentarie e si trovavano sotto il livello del mare.

130 milioni d'anni fa la zolla dell'Africa iniziava il suo moto rotatorio antiorario verso Nord. Continua ancora oggi chiudendo come una morsa il Mediterraneo, i geologi possono leggere i corrugamenti e le linee delle bianche rocce calcaree che improvvisamente da orizzontali salgono verso il cielo per poi formare un impedimento alle erosioni dell'acqua.
Quasi un merletto.
Ecco Realdo costruito proprio sul bordo della roccia che domina la valle del Verdeggia
mentre in basso si vede la borgata di Verdeggia, lo stesso nome del torrente.

Raggiunto il passo di Collardente entriamo in Francia dirigendoci a Nord fino al passo Tanarello
dove lasciamo l'auto:
siamo in Italia, in Piemonte.

A m660 dal colle si trova il paracarro che indica la strada per la nostra meta.
La giornata molto fredda dopo i violenti temporali.


La vegetazione bassa e ci sono splendide orchidee selvatiche; poi il Redentore svetta.

clicca qui per vedere i disegni delle batterie
postazioni militari
la verticalita' della parete Sud incute rispetto e attenzione
in vetta

ecco alcuni particolari:

il Monviso a Nord

clicca qui per vedere meglio i monti a Ovest
Briga
Monte Ceppo a Sud
L'Authion e i forti
Sabato un fulmine ha colpito la statua della Madonna, sul Monte Fronte' 2133m, si e' spezzata e la testa e' sparita. Speriamo che possa essere ritrovata come successe alla mano del Redentore, staccata da un fulmine, e miracolosamente recuperata nelle Langhe a molti chilometri di distanza.

Clicca qui per vedere bene i monti di Nord-Est.
Andagna, Corte, Monte Pellegrino, la Cabotina
Bordighera 40 km circa
Ventimiglia
stupenda sorpresa, la Corsica all'orizzonte, distante 200 km circa;
con il binocolo si vede bene Monte Cinto 2.707m ancora innevato
... e, molto vicina, la statua del Redentore
in ghisa dorata, e' stata fusa in due blocchi a Parigi nel 1901, piu' di cento anni portati ottimamente. Trasportata prima in treno e successivamente su un carro, viene sistemata sul piedistallo in pietra solo l'anno seguente con l'aiuto dell'esercito.
La statua e' su territorio cuneese, una propaggine che si incunea tra Francia e Liguria.

Il Signore delle Cime mostra il cuore in segno di benevolenza.

Cerca il canto "Signore delle cime"
eseguito dal coro del CAI
Al Saccarello fanno capo gli impianti sciistici di Monesi di Triora, un importante centro di turismo invernale.



codice SOIUSA


I/A          Alpi Sud-occidentali
1.II         A. Liguri del Marguareis
A 1.a      catena M.Saccarello - nodo del M. Saccarello