home


 

Lac Blanc - Moncenisio

[Francia - Haute Maurienne]






2638m

45° 11' 51" N
 6° 55' 09" E
Foto e testo di Ivonne Favro
3/08/2015

dislivello cumulato 800m in 16,7 km totali


Ai laghetti alpini

Raggiunto il lago di Moncenisio, passiamo sulla diga e ci posteggiamo sotto il Fort Variselle.

Il sentiero "Route de Malamot" porta subito a un piccolo spiazzo "Combe de Crèvecoeur 2052m" adibito a posteggio.

Verso Sud-Ovest vediamo il sentiero che continua a salire, mentre verso Nord si apre la visuale sui monti del lago fino al Rocciamelone.
Clicca sulle foto, vedrai apparire i nomi

Continuando a salire si vede sempre meglio il fort Variselle.

Costruito nel 1880 sulla cima del monte omonimo a pianta pentagonale con parziale fossato di protezione, ospitava 400 uomini. Si accede tramite un ponte levatoio e l’interno presenta due ordini di casematte.
Il muro occidentale reca traccia dei danni provocati dai cannoneggiamenti del test di tiro effettuato nel 1910 e conseguentemente, il forte, venne adibito a solo deposito e magazzino.

Dopo la sconfitta dell’Italia nella seconda guerra mondiale, la zona del pianoro del Moncenisio fu ceduto alla Francia insieme a tutte le opere poste a difesa di quelli che erano i confini italiani dal 1860.
Ora una forma bizzarra e il forte Malamot
Il forte Malamot è una costruzione a due piani che segue il profilo del monte omonimo, ospitava 200 uomini. Ora solo i muri perimetrali rimangono eretti.
Proseguendo sulla sterrata-sentiero si arriva alle Casermes de Giaset a 2634m.
Un piccolo lago riflette la zona circostante e, verso Nord, ecco i monti della Vanoise

tanti piccoli laghi
sotto, lago centrale completo


poi, nella conca, ecco il lac Blanc


                  a Ovest, dal col des lacs Giaset:       visuale su 2 laghetti e sui Dents d'Ambin;
ruotando su se stessi, sul forte Malamot, il lato Sud, infine sul lac Blanc e il Rocciamelone

ai bordi del lago, ma non solo su questo, si vedono i piumini Eriophorum
tornando poi all'auto
scopriamo una curiosa roccia